IL VERO RINASCIMENTO PARTE DALLA TERRA

La lettera di Fabio Brescacin, presidente di EcorNaturasì, pubblicata sul Corriere della Sera il 16 settembre 2015. Caro direttore, ci siamo scandalizzati tutti nell’apprendere la situazione di lavoro nei campi di pomodori in Puglia, ma è bene che la realtà dell’agricoltura emerga e si squarci quel velo d’incoscienza che separa chi si nutre dei frutti della Terra, cioè tutti noi, e chi ha il compito di produrli. Le campagne sono avvelenate dalla chimica, le sementi sono in mano a poche multinazionali, il paesaggio agrario è distrutto, i terreni sono sempre più impoveriti e resi sterili dalla monocoltura, gli animali sono considerati solo macchine da produzione e le aziende, spesso indebitate, sono fonte di immane sofferenza per le persone che le gestiscono. Perché tutto questo? Per due motivi. Primo: la perdita di una cultura agricola che è sempre stata la base della nostra civiltà. La nobiltà e la complessità del lavoro agricolo, il suo essere inserito nel ritmo delle stagioni, la cura e la comprensione del suolo come essere vivente, la cura del mondo vegetale nelle sue diverse qualità di Vita e quella dell’animale con la sua sensibilità, il rispetto e la dignità del lavoro, sono stati sostituiti da un pensare materialista falsamente scientifico che concepisce un’azienda agricola semplicemente come una realtà produttiva, con le logiche della produzione industriale, senza tener conto che fare agricoltura significa operare con le forze e le leggi della Vita e non con le semplici leggi della materia inanimata. Questo ha privato gli agricoltori di una vera conoscenza e di una vera motivazione, al punto che oggi noi occidentali spesso non sappiamo più lavorare in...

A settembre: Corso di Deep Walking- camminate consapevoli e meditative

Corso di Deep Walking: camminate consapevoli e meditative alla Fattoria di Vaira (Petacciato, CB) Giovedì 10 – Domenica 13 settembre 2015 (Molise) Un seminario per approfondire gli aspetti interiori, spirituali e terapeutici del camminare, provando alcuni esercizi di camminate dell’attenzione, camminate consapevoli, meditazioni camminate. “Meditazione camminata significa praticare la meditazione mentre camminate. È una pratica che vi darà gioia e pace… Camminando, ansie e preoccupazioni scivoleranno via. Per avere la pace della mente, per ottenere l’auto-liberazione, imparate a camminare così… Tutti sono in grado di farlo. Basta un livello iniziale di consapevolezza e il sincero proposito di essere felici.” Dalla frase di Thich Nhat Hanh, maestro zen vietnamita tra i più importanti al mondo, uomo di pace e maestro di vita, nasce il progetto “deep walking” o “cammino profondo”. Portare cioè nel viaggiare a piedi elementi forti di lavoro su di se, lavoro interiore, intendo. Senza trasformare il viaggio in una immersione pesante nella spiritualità, ma con leggerezza e semplicità. Viaggi per chi cammina cercando profondità e consapevolezza, sobrietà e disintossicazione. Ecco le caratteristiche principali di questi viaggi a piedi: ci si sveglia presto e si fanno esercizi fisici tipo Qi Gong prima di colazione; si va a letto presto; si fanno letture lungo il cammino; si praticano l’ascolto, l’empatia, la condivisione; i pasti sono il più possibile vegetariani; si sperimentano pratiche di meditazione applicate al camminare; alla convivialità, seppur importante, qualche volta si sostituisce la pratica del silenzio; si cerca di essere attenti a tutti gli aspetti ecologici, di turismo responsabile, di scelte di consumi che facciano il meno male possibile alla Terra. Il corso Durante il corso...

Ospitiamo un viaggio della Compagnia dei Cammini

La costa dei trabocchi 26 aprile- 2 maggio Partenza dall’Abruzzo con destinazione Molise, lungo la “green way” che unisce le riserve naturali marine delle due regioni, attraverso il tracciato della ferrovia adriatica tra Pescara e Termoli, in gran parte dismesso e ripristinato a verde. Cammineremo sempre in riva al mare, dove tra il giallo delle ginestre e il verde della macchia mediterranea sarà possibile fare il bagno tutti i giorni. Questo tratto di costa è caratterizzato dai trabocchi, le antiche “macchine” da pesca a rete. Un cammino che inizia nella storia recente (la transumanza in riva al mare, la pesca con i trabocchi) per terminare in un’area che si mantiene sconosciuta nonostante gli ampi tratti ancora integri; e il contrasto tra le riserve e le grandi aree portuali di Ortona e di Vasto aumenterà il “valore” delle spiaggette nascoste e dei promontori mozzafiato. Punto di ritrovo a Pescara, dove visiteremo il Museo delle Genti d’Abruzzo per immergerci in quello che un tempo era il vivere quotidiano delle persone che vivevano in queste terre. Da qui muoveremo verso sud, all’ombra del castello Aragonese di Ortona che domina il mare, attraversando San Vito Chietino, luogo tanto caro a Gabriele D’Annunzio che lo elesse a eremo delle sue passioni, ammirando i resti dell’antico monastero di Santo Stefano in Rivo Maris coi suoi vigneti che digradano sul mare. Percorreremo la riserva naturale di Punta Aderci col suo promontorio immerso nel blu per arrivare infine alle dune e alla pineta di Petacciato. Concluderemo il cammino alla Fattoria di Vaira (dove pernotteremo due notti), grande azienda agricola biodinamica, esperimento virtuoso e utopistico di un modo...

Dal 18 al 22 luglio:Il mondo interiore dell’uomo riflesso nel mondo incantato

  Il mondo interiore dell’uomo riflesso nel mondo incantato della Fiaba PITTURA ad acquerello e LABORATORIO artistico sul significato della fiaba con Patrizia Pantano e Michelle Prada maestre alla “Novalis”scuola e asilo Steiner-Waldor Cinque incontri dal 18 al 22 luglio 2014 dalle 9,30 alle 12,00 Costo complessivo del corso comprensivo del materiale € 200,00 Per alloggio in agriturismo, costi e disponibilità: info@fattoriadivaira.it Cell. 345 4657520, chiamare dalle ore 9,00 alle ore...

Corso di Deep Walking: camminate consapevoli e meditative alla Fattoria di Vaira

Venerdì 19 – Sabato 20 – Domenica 21 Settembre (Molise) Un seminario per approfondire gli aspetti interiori, spirituali e terapeutici del camminare, provando alcuni esercizi di camminate dell’attenzione, camminate consapevoli, meditazioni camminate. “Meditazione camminata significa praticare la meditazione mentre camminate. E’ una pratica che vi darà gioia e pace… Camminando, ansie e preoccupazioni scivoleranno via. Per avere la pace della mente, per ottenere l’auto-liberazione, imparate a camminare così… Tutti sono in grado di farlo. Basta un livello iniziale di consapevolezza e il sincero proposito di essere felici.” Dalla frase di Thich Nhat Hanh, maestro zen vietnamita tra i più importanti al mondo, uomo di pace e maestro di vita, nasce il progetto “deep walking” o “cammino profondo”. Portare cioè nel viaggiare a piedi elementi forti di lavoro su di se, lavoro interiore, intendo. Senza trasformare il viaggio in una immersione pesante nella spiritualità, ma con leggerezza e semplicità. Viaggi per chi cammina cercando profondità e consapevolezza, sobrietà e disintossicazione. Ecco le caratteristiche principali di questi viaggi a piedi: ci si sveglia presto e si fanno esercizi fisici tipo Qi Gong prima di colazione; si va a letto presto; si fanno letture lungo il cammino; si praticano l’ascolto, l’empatia, la condivisione; i pasti sono il più possibile vegetariani; si sperimentano pratiche di meditazione applicate al camminare; alla convivialità, seppur importante, qualche volta si sostituisce la pratica del silenzio; si cerca di essere attenti a tutti gli aspetti ecologici, di turismo responsabile, di scelte di consumi che facciano il meno male possibile alla Terra. Il corso Durante il corso ci saranno momenti in cui la camminata diventerà un esercizio, seguendo le...